Gomitata a Pazzini: ecco la decisione su Chiellini (Video)


Per Giorgio Chiellini non è stato ammesso l’utilizzo della prova televisiva in merito al contatto (una presunta gomitata) con l’avversario Pazzini nel corso del match colMilan. Lo ha deciso il Giudice Sportivo.

Il comunicato:

Le immagini televisive documentano che, nella circostanza segnalata, il calciatore bianco-nero (Chiellini, ndr), al limite della propria area di rigore, nel prendere posizione onde impedire che il pallone, lanciato dalla zona centrale del campo, raggiungesse l’attaccante rosso-nero, retrocedendo colpiva con il braccio destro il capo dell’antagonista, che cadeva dolorante al suolo. L’azione proseguiva senza che l’Arbitro adottasse alcun provvedimento disciplinare“.

Il Direttore di gara (Damato, ndr), interpellato da questo Ufficio, dichiarava (con mail delle ore 13.16 del 9 febbraio) “…ho visto direttamente il contatto avvenuto tra il calciatore della Juventus Chiellini eil calciatore del Milan Pazzini valutandolo come un normale contatto di giuoco in quanto il Chiellini cercava di prendere posizione e tentare di anticipare di testa il suo diretto avversario”. Il comportamento del Chiellini è stato quindi “visto” dall’Arbitro e congruamente giudicato, con una valutazione comunque insindacabile nel merito da questo Giudice, rendendo in tal modo la segnalazione del Procuratore federale carente della condizione di ammissibilità“.

L’arbitro Damato ha dunque ‘scagionato’ Chiellini: prova tv inammissibile, essendo già stato visto e giudicato il gesto del difensore della Nazionale. E, probabilmente, ulteriori polemiche in arrivo tra Juventus e Milan, che negli ultimi giorni se le son date di santa ragione soprattutto riguardo alla produzione delle immagini televisive delle gare di campionato.

Questi invece i calciatori squalificati, tutti per un turno, dopo l’ultima giornata di Serie A, conclusasi col posticipo di ieri sera Lazio-Genoa. Si tratta di Tevez (Juventus), Cana, Marchetti e Mauri (Lazio), Mertens(Napoli), Gonzalez (Palermo), Holebas (Roma), Okaka (Sampdoria), Taider (Sassuolo) ed infine Pasquale(Udinese).

Ecco il video:

ARVE Error: id and provider shortcodes attributes are mandatory for old shortcodes. It is recommended to switch to new shortcodes that need only url

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*