Clamoroso Spalletti: annienta l’Inter davanti ai tifosi ed esalta la Juventus

Spalletti
Spalletti

Si fa davvero fatica a credere quanto è stato riportato proprio in queste ore da alcune testate autorevolissime qui in Italia, a partire dalla Gazzetta dello Sport. Poche settimane fa, precisamente dopo il posticipo di Serie A tra Inter e Roma, il tecnico dei nerazzurri Luciano Spalletti si sarebbe trattenuto con alcuni sostenitori giallorossi, rilasciando lontano dalle telecamere e dai giornalisti delle dichiarazioni che avrebbero del clamoroso. Ecco perché proprio non potevamo non condividerle con voi.

Diversi i temi trattati dall’allenatore dell’Inter, a partire dalla mancanza di equilibrio in un ambiente come quello nerazzurro, fino ad arrivare alle situazioni simili che avrebbe vissuto nella Capitale ai tempi della Roma. Insomma, frecciate belle pesanti che difficilmente alcune testate avrebbero riportato senza un’accurata verifica delle fonti. A rendere il discorso più pepato, poi, la completa esaltazione della Juventus, verso la quale il tecnico toscano ha sempre mostrato grande sportività nel corso delle ultime stagioni:

“L’Inter? In società non vogliono spendere e l’ambiente è a un passo dalla follia, tipo Roma: sempre sul filo dell’equilibrio. A volte è un ambiente depresso. Alla Roma mi avete rotto le scatole e vi ho portato al secondo posto, prima del Napoli. Adesso col cavolo che lo prendete il Napoli. Volete vincere? Non avete capito nulla, e non l’hanno capito neanche qui a Milano: con questa Juve, che c’ha due squadre, non si vince una fava”.

Insomma, parole pesanti sia nei confronti della Roma, sia soprattutto della sua Inter, che probabilmente non faranno piacere ai tifosi nerazzurri. Non è un caso che queste parole stiano facendo rapidamente il giro del web, coi tifosi della Juventus che non hanno perso occasione per alimentare gli sfottò nei confronti di quelli di due rivali con cui c’è sempre stata grande competizione. Conferme o smentite? Staremo a vedere nelle prossime ore.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*