Caso Matuidi e le gravi accuse di Schiattarella: scoperta l’odiosa bufala anti-juventina

Matuidi
Matuidi

Da alcune ore sta circolando in Rete una vera e propria catena legata ad alcune parole che sarebbero state pronunciate in campo da Matuidi prima dell’anticipo di Serie A tra Spal e Juventus. Parole che a detta di alcune pagine Facebook (curiosamente di matrice napoletana prevalentemente) sarebbero state riportate da Schiattarella con il semplice obiettivo di screditare la Juventus ed il suo stile al cospetto di una squadra di provincia che sta lottando per conquistare punti in zona salvezza.

Per essere più precisi, stando a questa catena Schiattarella avrebbe ascoltato lo stesso Matuidi (che, per inciso, parla pochissimo l’italiano, come avrete notato poche settimane fa nel video che lo ha ritratto insieme a Benatia), pronunciare parole poco rispettose verso Ferrara e verso la Spal, che dall’inizio del campionato merita il rispetto di tutti al dì là dei suoi alti e bassi in Serie A. Per la cronaca, riportiamo l’intero post qui di seguito:

“Ho giocato per tutta la partita nervoso. Sentire Matuidi prenderci in giro ad inizio partita dicendo “non possiamo perdere punti con gente da Serie C”, “hanno 200 abitanti e non riusciamo a segnare” oppure “Ferrara non lo trovo neanche su Google Maps”.
Mi ha reso nervoso, per noi, per i nostri tifosi e per la nostra città. A fine partita ho esultato, poi sono andato da lui e gli ho detto “Qua siamo a Ferrara, paese storico, si mangia del buon salame, si beve del buon vino e si rispettano le tradizioni come in tutte le parti d’Italia. Porta rispetto a questo paese che ti ha accolto”.
Non mi ha detto nulla, poi dopo che ci siam fatti la doccia è venuto nel nostro spogliatoio, mi ha chiesto scusa e mi ha invitato a cena.
Ho accettato e ci siamo abbracciato, perchè questo è essere uomini.
Ah, poi, ho goduto davvero come un matto.”

– Pasquale Schiattarella ai microfoni di Franco Africa per Radio Nobiltà.

Ebbene, dalle informazioni che abbiamo raccolto, in primo luogo, emerge in primis che non esiste alcun Franco Africa di Radio Nobiltà, così come tutte le parti in causa hanno smentito il fatto che Matuidi si sia espresso in questo modo in campo. Il post punta chiaramente a far passare la Juventus e i suoi giocatori per arroganti, con l’aggravante del risultato finale di pareggio, quando i bianconeri hanno quasi sempre mostrato grande mentalità in queste partite.

Importante, dunque, far emergere la verità, perché contrariamente a quanto emerge dalle parole che alcune pagine Facebook stanno attribuendo a Matuidi, nulla di quanto è stato riportato corrisponde al vero. La speranza è che questa bufala si sgonfi nel più breve tempo possibile.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*