Bergomi zimbello del web: “Mi sono accorto che la Juve è forte”. Lo Studio Sky lo deride

Bergomi
Bergomi

Siamo reduci da una giornata di Serie A impressionante per tutti coloro che hanno avuto modo di osservare la Juventus, anche in riferimento agli opinionisti che lavorano per Sky e che allo stesso tempo molto spesso sono restii ad esprimere pareri favorevoli verso la compagine bianconera. Questa settimana le cose dovevano andare diversamente ed il video che stiamo per mostrarvi lo esprime al meglio, visto che il protagonista del giorno è senza ombra di dubbio il grande Bergomi, nonostante il contesto in cui è stato ritratto ci strappa fondamentalmente un grosso sorriso.

Davvero imperdibile il modo in cui lo stesso Bergomi è intervenuto durante uno scambio di idee riguardanti la Juventus. Tutto questo per dire cosa? Semplicemente che la Juve è davvero forte, oltre al fatto di essere rimasto impressionato dall’ultima partita disputata dai ragazzi di Allegri contro la Sampdoria. Basterebbe questo per scatenare l’ironia dei social, visto che alcune tra le sue telecronache in questi anni sono diventate storiche avendo percepito sempre una certa rosicata per i successi bianconeri.

A questo si aggiunge il fatto che le reazioni non sono mancate nemmeno tra gli ospiti presenti in Studio su Sky, in primis da un ex juventino come Vialli, fino ad arrivare incredibilmente ad un giocatore del calibro di Cambiasso che ha fatto grande la stessa Inter. La presa in giro nei suoi confronti, dunque, oggi è inevitabile ed avvalora ulteriormente quello che la Juventus ha fatto di recente sia in Serie A, sia in Champions League.

Giunti a questo dobbiamo assolutamente goderci il video relativo a quanto avvenuto ad un certo punto nella trasmissione di Sky condotta da Fabio Caressa, soprattutto in riferimento alle osservazioni di Bergomi successive al posticipo di Serie A tra Juventus e Sampdoria, con la relativa presa in giro da parte degli altri ospiti presenti in studio quando l’ex interista ha parlato della compagine bianconera.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*