Verso Juve-Napoli: Allegri sorride per il recupero di Pjanic e medita la clamorosa esclusione

juve-napoli

Mancano meno di 48 ore alla partita che, di fatto, potrebbe consegnare il settimo scudetto di fila alla Juventus. I bianconeri ospiteranno all’Allianz Stadium il Napoli di Sarri, distante quattro punti in classifica. Intendiamoci, anche nel remotissimo caso di una sconfitta, Buffon e compagni resteranno ancora primi e avranno comunque il destino nelle loro mani. Insomma, la posizione è di assoluto comfort.

Eppure Allegri sa che è meglio non rischiare ed è pronto a recuperi forzati ed esclusioni clamorose pur di portare a casa i tre punti. Cominciamo con una defezione certa, anche se non influenzerà le scelte per l’undici titolare: Sturaro è out, non sarà nemmeno in panchina.

A centrocampo, in compenso, tornerà Pjanic: il bosniaco sta meglio, si è allenato in gruppo e – seppur non al massimo della condizione – dirigerà le operazioni in cabina di regia. Accanto a lui ci saranno come al solito Khedira e Matuidi, a dimostrazione ulteriore che il modulo scelto da Allegri sarà il 4-3-3.

E allora, detto della difesa che non dovrebbe presentare sorprese ed essere schierata con Lichtsteiner, Benatia, Chiellini e Alex Sandro, il grande dubbio riguarda l’attacco. Mandzukic è recuperato, Cuadrado disponibile, Douglas Costa in grandissima forma, Higuain intoccabile e Dybala…appannato. Due di questi cinque finiranno in panchina: Cuadrado, ovviamente, il primo per non avere i 90 minuti nelle gambe (ma sarà un jolly preziosissimo da giocare in caso di necessità). Il secondo potrebbe essere proprio la “joya”: si tratterebbe ovviamente di un’esclusione clamorosa, ma Allegri ha già dimostrato in passato di non guardare ai nomi e pensare solo al bene della Juventus. E allora spazio al tridente che ha ammutolito il Bernabeu: Mandzukic-Higuain-Douglas Costa!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*