Conte attacca Benitez: “Se il Napoli non vince lo scudetto…”


Conte
Conte

Si terrà tra pochi minuti la conferenza stampa di Antonio Conte, alla vigilia dell’importantissima sfida tra la sua Juventus ed il Napoli, dalla quale potrebbe uscire il nome della vera antagonista, almeno per ora, della Roma capolista.

Le impressioni del tecnico pugliese arriveranno dopo un’ora rispetto a quelle di Benitez, secondo cui la rosa della Juventus è “fortissima”, a prescindere dalle assenze, vedendo per questo motivo i bianconeri ancora come i favoriti assoluti per il campionato in corso (tralasciando i rumors relativi al fatto che, in passato, è stato per cinque giorni l’allenatore proprio della Juve).

Sul modulo:

“Siamo obbligati a tornare al modulo di campionato, avendo perso l’unico terzino di ruolo. Benitez? Dice che il Napoli è al 75% ed ha i nostri stessi punti. Allora non ci sarà campionato quando saranno al 100%. Se il Napoli non vince lo scudetto, non ha fatto niente”.

Su Higuain:

“Giocatore forte, sicuramente di livello superiore e che piaceva anche a noi. E’ costato 40 milioni, basta questo per descrivere chi è. Il Napoli ha preso tre giocatori dal Real Madrid, ma noi stiamo viaggiando al 100%, mentre il Napoli è al 75% e per questo mi preoccupo”.

Su Tevez in nazionale:

“A me fa piacere che non venga convocato, così può riposare. Penso che Carlos è un giocatore molto forte, con carisma da trascinatore, ce lo teniamo ben stretto”.

Sul 3-5-2 e gli infortuni:

“Tornando al modulo di base, un centrocampista sicuramente non partirà dall’inizio, ma è un’arma importante, avendolo in panchina, con un cambio di ritmo che non ho potuto avere mercoledì con il Real Madrid. Sugli infortunati, dopo la sosta dovremmo avere tutti a disposizione, tranne Pepe”.

Su Llorente:

“Al dì là degli stimoli per la concorrenza con gli attaccanti spagnoli, deve averne anche qui, con la competizione interna. Fernando ha iniziato a correre, deve migliorare ancora e sta a lui continuare ad affrontare la stagione con la serietà che c’è stata finora. Ha sfruttato bene questo periodo per imporsi, con i tanti infortuni che abbiamo avuto in attacco”.

Ancora su Tevez e Higuain:

“Potevano arrivare anche tutti e due. Più siamo meglio è, sono due attaccanti formidabili, magari Higuain gioca con il pallino fisso del gol, mentre Carlos ha anche il piacere di fare l’assist al compagno, come con il Real Madrid per Marchisio”.