Vidal: “E’ stato l’anno migliore della mia carriera. Qua mi sento a casa”


Vidal

Sta per terminare un altro anno ed è a questo punto che si tirano le somme e si fanno i bilanci. E’ quello che fa anche Arturo Vidal, confessandosi sulle pagine di “Las Ultimas Noticias“, quotidiano cileno.

Ecco cosa dice il centrocampista juventino:

“Sono felice per l’anno che ho avuto. La Champions è stata un colpo duro, difficile da digerire, però tutto sommato penso che sia stato l’anno migliore della mia carriera da calciatore. In Italia sono molto felice. Mi sento come a casa, la gente mi vuole molto bene. I compagni e i dirigenti me lo fanno sempre sentire. E’ un motivo di allegria e orgoglio vestire la maglia della Juventus. Ho firmato il contratto che ho firmato perché la mia idea è quella di continuare a crescere con questa squadra e proseguendo a realizzare i miei sogni”.

Su Torino, città che lo ha accolto a braccia aperte, dice:

“La mia famiglia sta molto bene a Torino. Mi figlio Alonso sta andando all’asilo e parla già italiano, che semplifica molto le cose. E mia moglia anche parla italiano, insomma la mia famiglia sta super bene. Ci muoviamo comodamente per la città e la mia decisione di firmare è stata anche dettata da ragioni familiari. Qui a Torino abbiamo i nostri spazi e viviamo tranquilli”.

Poi tra poco Vidal diventerà padre per la seconda volta:

“Quando ho saputo che sarei diventato papà di una bambina mi ha emozionato tanto. Io sono felice di avere una ‘coppietta’, ma mia moglie è la più felice di avere una piccolina. Certo, io avrei voluto un maschietto per giocare a pallone! No, scherzi a parte, sono felicissimo perché è proprio il momento giusto. Un figlio è sempre una benedizione e ora aspettiamo Elizabetta”.

Su Alonso, il primo figlio:

“Mio figlio Alonso ha scritto a Babbo Natale una lettera di venti fogli! E’ un bambino di quattro anni felice, molto forte e questo mi rende orgoglioso. Mi guarda alla televisione quando gioco e mi imita, però non gli piace tanto il calcio. Si diverte di più con le maschere: l’Uomo Ragno è una delle sue preferite”.

Per Vidal questo è anche il primo Natale che trascorrerà a Torino, ecco cosa si aspetta:

“E’ il primo Natale che passo in Italia: deve essere tranquillo perché fa molto freddo. Arriveranno molti parenti dal Cile e mi renderà felice sentirli tutti vicini. Mi piacciono le grandi famiglie”.