Un sussurro, una voce…un idolo bianconero può tornare a casa!

marotta
Marotta

marotta
Marotta

Il mercato è spesso condizionato da situazioni momentanee, i veri legami – però – difficilmente si sciolgono. Anche in caso di una partenza dolorosa. Il passato, anche recente (basti pensare all’affare Kakà-Milan), è pieno zeppi di clamorosi ritorni. A gennaio potrebbe essere scritta una piccola pagina di romanticismo nel nostro calcio: Emanuele Giaccherini è sulla strada del ritorno verso la Juve?


L’ala della nazionale, sebbene non protagonista di primissimo piano dei due scudetti dell’era Conte, era entrato da subito nei cuori dei tifosi bianconeri per il suo spirito di sacrificio, la sua professionalità e, ovviamente, per le sue qualità tecniche che sono comunque risultate decisive nelle ultime stagioni. In estate, l’offerta del Sunderland: Marotta, per ragioni di bilancio, non ha saputo (potuto) rinunciare, provocando anche una leggera polemica con Conte. Giaccherini è stato bloccato da piccoli infortuni ma è riuscito a dare comunque il suo contributo ai black-cats, ultimi in Premier League (nonostante la vittoria di ieri a Liverpool contro l’Everton) anche dopo l’esonero di Di Canio e l’arrivo di Poyet. Marotta è alla ricerca di esterni, Menez è il primo della lista. Ma per Giak, come scrive oggi la Gazzetta dello Sport, si è riaccesa la fiamma: si parla di prestito secco fino a giugno, la palla passa agli inglesi. Con la consapevolezza che Conte accoglierebbe a braccia aperte il figliol prodigo.