Che autogol per Vidal: dalla denigrazione per la Juve in Champions allo sfottò dei tifosi

SANTIAGO, CHILE - JUNE 11: Arturo Vidal of Chile celebrates after scoring the opening goal through a penalty kick during the 2015 Copa America Chile Group A match between Chile and Ecuador at Nacional Stadium on June 11, 2015 in Santiago, Chile. (Photo by Miguel Tovar/LatinContent/Getty Images)

Torna attuale in queste ore un video che fece arrabbiare non poco i tifosi della Juventus due anni fa, soprattutto considerando l’intervista che venne fuori pochi giorni dopo la sua cessione. Stiamo parlando dell’arrivo di Arturo Vidal al Bayern Monaco, con la confessione del cileno di essersi trasferito in Germania per conquistare la Champions League. Inevitabile che ora dal popolo bianconero giunga lo sfottò, riesumando quel video ed infierendo su di lui dopo un’eliminazione che ha davvero dell’incredibile per la sua squadra attuale, il Barcellona, dopo il tonfo in casa del Liverpool con un 4-0 che non ammette repliche.

16 agosto 2015 – Vidal e la Juve si sono lasciati bene tutto sommato. Lui ha avuto la squadra che voleva, con la quale potrà sicuramente lottare per conquistare traguardi ambiziosi, mentre la Juve dalla sua cessione ha ricavato qualcosa come circa 40 milioni di euro ed una ricca plusvalenza se si pensa che il centrocampista cileno era stato acquistato dal Bayer Leverkusen per poco più di 10 milioni.

Anche con i tifosi bianconeri il rapporto è ottimo, ma certo Vidal poteva risparmiarsi un’uscita in occasione dell’intervista rilasciata di recente a Sport Bild:

“La Juve aveva il miglior centrocampo della scorsa Champions? Di sicuro, con Pirlo e Pogba, avevamo un reparto molto, molto forte. Di grande talento e creatività. Ma nella finale di Berlino, purtroppo, non è bastato, Spero di avere più fortuna col Bayern.

Se sono ancora amareggiato per quel k.o.? Certo, è stato frustrante. Per noi della Juve è stato un percorso duro e difficile ed eravamo davvero a un passo dalla Coppa. Sul 2-1 ero certo che saremmo andati ai rigori e avremmo vinto. Per fortuna la vittoria della Coppa America mi ha reso felice. La sconfitta contro il Barça ha inciso sulla mia scelta di lasciare Torino e la Juventus perchè, a un certo punto della carriera, ogni giocatore ha il desiderio di alzare al cielo la Champions League.

Io ho la sensazione che col Bayern sia possibile vincere quel trofeo. Del Bayern mi è sempre piaciuto il rispetto che incute negli avversari”.

Insomma, parole che in qualche modo avevano sminuito il progetto Juve e che comprensibilmente non sono piaciute ai tifosi, al punto che nella giornata della grande sfida tra i bianconeri ed il Barcellona, che potrebbe dare l’accesso alla semifinale ai ragazzi di Allegri, diviene inevitabilmente attuale lo sfottò al grande ex passato al Bayern Monaco.