Buffon ancora juventino dentro: va da Cattelan ed umilia il Napoli in diretta TV

Buffon
Buffon

Gianluigi Buffon è stato protagonista della puntata di “E’ poi c’è Cattelan”, trasmissione di Sky che spesso invita proprio i più grandi sportivi del panorama italiano ed ha rilasciato un’intervista molto interessante sul calcio francese che spesso viene considerato di bassissimo livello. Per molti insomma andare a giocare in Francia può sembrare una passeggiata, ma anche se risulta essere meno tecnico del campionato italiano, sono nettamente superiori due aspetti come la tattica e la fisicità che spesso sono sottovalutate.

Buffon insomma ha voluto un po’ tirare le orecchie al campionato italiano ed ha lanciato una frecciatina, nemmeno troppo velata al Napoli. L’ex portiere bianconero ha infatti spiegato come il livello delle squadre francesi sia assolutamente come quello italiano ed ha fatto l’esempio del Rennes, squadra che ha battuto l’Arsenal per 3-1 in Europa League. Sappiamo poi tutti come invece proprio la finalista di tale competizione europea sia riuscita a battere con una certa facilità una squadra italiana, ossia il Napoli.

Buffon insomma non solo chiede più rispetto da parte degli italiani per il campionato francese, ma soprattutto punta su una maggiore umiltà quando si parla di paragoni e di giudizi. Nel nostro campionato si sparano velocemente sentenze che poi alla fine possono rivelarsi anche errate, per Buffon il Lille ed il Lione potrebbero ad esempio tranquillamente lottare per i cinque posti della nostra Serie A. Chiaramente se non si vive appieno un determinato ambiente, come sta facendo ora Buffon con il calcio francese, è difficile poter capire realmente come stanno le cose.

Il problema è che gli italiani giudicano sempre senza sapere e conoscere e questo non è sicuramente edificante. Sicuramente quest’anno il livello del campionato italiano è stato piuttosto basso, anche se rispetto agli altri anni le cosiddette “piccole” hanno lottato con più forza con le grandi squadre, creando più equilibrio. A seguire il video in questione.