Ronaldo in pianto: le lacrime di chi ce la mette sempre tutta


Ronaldo esempio per tutti i compagni di squadra! Dopo la sconfitta è scoppiato in lacrime perchè lui ce l’aveva messa tutta per far vincere la Juve. E forse a molti altri è mancata la sua determinazione, la sua voglia. Ronaldo ha determinato il primo gol, ha lottato, ha preso falli nonostante l’arbitro spesso abbia fatto finta di non vedere.

Lo stadio acclamava il suo nome e lui li ha pure esortati a tifare Juve. Gli altri compagni prendano esempio piuttosto di svolgere solo il compitino, di non saltare mai l’uomo. Nella Lazio c’era maggior cattiveria, maggiore personalità. Ronaldo non gioca per i soldi, per lui è una sfida è una partita dove conta solo vincere. La Juve ha mostrato con la Lazio tutti suoi problemi: difesa debole, centrocampo con poche idee, 654 passaggi sterili senza pericolosità.

Si può anche perdere contro un bravo avversario ma ieri non s’è vista nemmeno l’anima di questa squadra. Sarebbe facile trovare i colpevoli in singole brutte prestazioni ma il problema è più complesso e l’allenatore dovrà trovare soluzioni e cambiamenti alla svelta. La Lazio ha dimostrato di poter fermare facilmente il fraseggio bianconero centrale occupando gli spazi. E nelle ripartenze ha anche messo a nudo la fragilità di un reparto difensivo incapace di arginare gli avversari.

 

 

Così la Juve rischia davvero un’annata buia perchè siamo già a gennaio ma più che un’evoluzione nel gioco si è vista un’involuzione. Con la Lazio in due partite ha rimediato 6 gol e non sono numeri che i bianconeri possono accettare.

Falito il primo obiettivo stagionale ma soprattutto lezione di calcio pratico. Giocando così in Champions si rischieranno goleade imbarazzanti e in campionato significherebbe rischiare punti ogni partita.

 

Ecco il Video:

[arve url=”https://youtu.be/L5oZJqvAtmQ” /]