Branchini sgancia la bomba: “Sarà Morata il nuovo centravanti della Juve”


E’ Giovanni Branchini, storico procuratore, a sganciare la bomba di mercato del giorno. Durante un’intervista rilasciata a ‘Radio Deejay’, Branchini ha parlato delle strategie future della Juventus in fatto di attaccanti, smentendo – di fatto – tutte le ipotesi che sono state fatte in queste ore. Stando a quanto dichiarato dal noto agente, i bianconeri starebbero preparando il ritorno a Torino di Alvaro Morata.

Branchini non ha usato troppi giri di parole: “Di tutti i nomi che si fanno, Milik, Dzeko, Cavani, Suarez, Kean, nessuno sarà il prossimo centravanti della Juve. Credo che stiano puntando sul ritorno di Morata, anche se su Kean va fatto un discorso a parte, anche relativo alle cifre”. Insomma, una rivelazione decisamente interessante che apre nuovi scenari di mercato per la Juventus.

Vale la pena sottolineare che il nome di Morata fu già accostato alla Juventus prima di Ferragosto, quando si cominciava a parlare delle possibili richieste di Pirlo come nuovo allenatore della squadra campione d’Italia. E fu ricordato il buonissimo rapporto tra il “Maestro” e il centravanti della nazionale spagnola che, vale la pena ricordarlo, furono tra i protagonisti della Champions League 2014-15 che segnò il ritorno della Juventus in finale di Champions League: contro il Barcellona, a Berlino, Morata segnò il gol della bandiera per gli uomini di Allegri.

Resta comunque un affare complicato da portare a termine: nonostante abbia reso al di sotto delle aspettative, Morata ha rappresentato e rappresenta un investimento importante per l’Atletico Madrid che mise sul piatto 63 milioni di euro per riscattare il suo cartellino dal Chelsea. Morata fu pagato 20 milioni di euro dalla Juve, il Real Madrid esercitò il diritto di riacquisto, due anni dopo, per 30 milioni di euro. In bianconero, lo spagnolo ha segnato 27 gol in 93 presenze ufficiali, con due scudetti, due Coppe Italia e una Supercoppa in bacheca.