Caso Suarez, la Juve non aspetta: spunta un indennizzo al Barcellona


Il calciomercato della Juventus, oggi, è quasi interamente focalizzato al ruolo del centravanti. L’addio di Higuain apre una falla importante nell’organico bianconero, potrebbero essere addirittura due gli attaccanti che verranno inseriti nell’organico a disposizione di Pirlo.

Se su quello di scorta ci sarà tempo per cogliere qualche buona occasione di mercato, anche sul finire della sessione, è palese che i bianconeri siano decisi a chiudere la questione “titolare” il prima possibile. Tanti i nomi che sono stati fatti nelle ultime settimane, alla fine la Juve proverà a fare “all-in” su Luis Suarez.

Non è una trattativa semplice, per diversi motivi. Il primo è legato alla situazione quasi paradossale che l’uruguaiano sta vivendo al Barcellona: l’ex Ajax ha ancora un anno di contratto coi blaugrana che, però, l’hanno di fatto messo alla porta. Peccato, però, che il club catalano non stia facendo nulla per agevolare l’uscita di Suarez: l’uruguaiano, a ragione, chiede una buonuscita, Bartomeu per ora fa orecchie da mercante e si dice disposto a rescindere il contratto solo se non verranno avanzate richieste economiche. Insomma, una fase di stallo che però la Juve punta a smuovere con un intervento a sorpresa.

Nedved e Paratici hanno considerato l’idea di un indennizzo da girare al Barcellona, composto da una parte fissa (tra 1 e 2 milioni di euro) e una variabile, più consistente ma legata ad obiettivi di squadra e personali. Si tratta di una formula già usata da Monchi che, per riportare Rakitic a Siviglia, ha di fatto pagato il cartellino del croato 1.5 milioni, con bonus che farebbero salire la cifra totale ad oltre 10 milioni.

Vedremo se sarà la mossa decisiva per sbloccare l’affare. Di certo, Suarez dovrà metterci del suo per superare l’esame d’italiano, dimostrare di possedere un livello almeno pari al B1 e poter essere così tesserato come comunitario. Per chi non lo sapesse, la Juventus ha già speso i due slot per gli extra-comunitari ingaggiando Arthur e McKennie.

L’intesa economica col giocatore è stata raggiunta da tempo: a Suarez è stato prospettato un triennale da 6.5 milioni di euro di parte fissa, 10 milioni compresi i bonus. Un riconoscimento importante per un giocatore che ha già compiuto 33 anni e che non è di certo reduce dalla miglior stagione della sua carriera.