L’Inter non pagherà gli stipendi entro febbraio: ma niente penalità grazie alla decisione FIGC


L’Inter ha trovato l’accordo con i propri giocatori che hanno accettato di non prendere gli stipendi di novembre e dicembre entro la data del 16 febbraio e di averli solo a fine stagione. Ma l’Inter non incorrerà in penalizzazioni perchè la FIGC ha cambiato la regola decidendo che le squadre  intavolare trattative provare coi propri giocatori, con la scadenza massima del 31 maggio 2021.

L’Inter grazie all’accordo coi giocatori e alla nuova norma della Figc sposta il pagamento degli stipendi penalizzazioni in classifica.

In compenso almeno i giocatori hanno ricevuto gli stipendi di luglio e agosto del 2020.

L’Inter così ottiene una boccata di ossigeno date le difficoltà finanziarie della sua Società.

La norma è stata modificata per aiutare le Società in crisi a causa del covid. Certo, chi aveva già pagato ha perso l’eventuale beneficio della dilazione.

Le parole di Gravina:

Nessun provvedimento shock. Oggi il mondo del calcio ha dimostrato un grande senso di responsabilità. Molte società hanno già pagato alcune tranche di stipendi anche in anticipo. Il calcio in buona percentuale, l’80% la Serie A, ha fatto ricorso a risorse proprie”.

Noi abbiamo aderito e preso coscienza di un dato oggettivo: il rinvio oggettuale di eventuali mensilità, ma questo accordo non deve superare il limite per il pagamento, che deve avvenire comunque entro il 31 maggio