Conte attacca Agnelli: “Servono più educazione e rispetto”


Antonio Conte è intervenuto ai microfoni di ‘Rai Sport’ dopo l’eliminazione della sua Inter in semifinale di Coppa Italia contro la Juventus. Ecco i passaggi salienti: “Avremmo dovuto concretizzare diverse situazioni in tutti i 180 minuti, paghiamo soprattutto gli sprechi dell’andata. Bene il primo tempo? Ci abbiamo provato fino alla fine, in tutti i modi e con tutta la nostra determinazione ma non siamo riusciti a ribaltare il risultato”.

Poi la domanda sul presunto alterco con Agnelli: “Le fonti Juventus dovrebbero dire la verità, il quarto uomo ha sentito cosa è successo per tutta la partita. Bisognerebbe essere più educati. Non c’è nulla da dire, serve solo più sportività e rispetto per chi lavora”.

L’analisi della partita continua: “Non dimentichiamo che giocavamo contro ottimi giocatori. Lo stato di forma di Lukaku? Sì, sembra non sia al 100% nelle ultime gare ma ha dato il massimo. Capita in una stagione di essere più o meno brillanti. Eriksen? Ha fatto la sua parte, volevamo giocare con due registi e credo abbiamo messo in difficoltà la Juve visto che siamo stati noi a fare la partita. Fuori dalle coppe e obiettivo campionato? Cerchiamo sempre di guardare in alto, anche in Champions volevamo arrivare fino alla fine, a volte ci riesci a volte meno. Ancora non siamo dove vorremmo essere, siamo all’inizio di un percorso. L’Inter ha riacquistato credibilità e fa paura agli avversari, come oggi ha fatto paura alla Juve”.