Arthur fuori, centrocampo in emergenza: Pirlo pensa a Fagioli


L’ennesima ecatombe si è abbattuta puntuale come ogni anno sulla Juve, con un’infermeria pienissima. Oggi è arrivato il responso su Cuadrado che rischia 20 giorni di stop a causa della lesione muscolare rimediata nello scontro con Lozano.

Ma l’assenza che forse pesa di più è quella di Arthur: la Juve senza il suo play non riesce a giocare e a vincere. La coppia Bentancur Rabiot non sa costruire. Inoltre non vi sono nemmeno sostituti, tranne Mckennie che dovrebbe giocare come terzo di centrocampo. E nella sfida col Crotone mancherà anche Rabiot per squalifica. Insomma coperta cortissima e Pirlo che pensa a dare un’altra possibilità al talentino Fagioli.

L’under 23 ha esordito in una discreta gara contro la Spal in Coppa Italia, niente di straordinario ma ha mostrato abbastanza sicurezza e anche una maggior predisposizione a tentare la verticalizzazione. Tra le note di Fagioli c’è sicuramente una buona visione di gioco.

E il ventenne deve tenersi pronto perchè già nella sfida col Porto potrebbe toccargli uno spezzone di partita. Ancora più certa la sua presenza col Crotone quando appunto mancherà anche Rabiot.

Naturalmente se da un lato è giusto lanciare i giovani talenti dall’altra si rischia di bruciarli per la troppa responsabilità.

Ma la Juve ha troppe assenze, anche se sembrerebbe che Dybala e Ramsey partiranno per il Portogallo. Ed è un film già visto con la Juve che si appresta a giocare la Champions con una squadra decimata dagli infortuni.

Ma c’è anche un problema di programmazione con una squadra che ambisce a grandi traguardi in Champions e non ha centrocampisti che fanno la differenza. Piuttosto deve sperare nell’esplosione di un giovane che ancora non ha praticamente mai giocato.