Bernardeschi tra i migliori in campo: poi le sue dichiarazioni dopo le critiche


Bernardeschi è stato uno dei migliori in campo e ha cambiato le sorti della partita con lo Spezia. Per lui dev’essere stata una serata speciale dopo tante prestazioni sottotono e le critiche continue nei suoi confronti. Ma dopo la bella prestazione non ha cercato rivalse e si è mostrato molto umile ma allo stesso tempo determinato.

Federico intervistato da Sky sport ha mantenuto un tono modesto nei propri confronti ma ha dimostrato carattere e determinazione quando si è parlato della Juve e dei suoi obiettivi e senza nessun cenno alle tante critiche gli son piovute addosso. E i complimenti nei suoi confronti sono doverosi, sia per la bella prestazione contro lo Spezia ma anche per non essersi mai arreso.

Ecco le parole di Bernardeschi:

“Sto bene, è stata importante la vittoria di ieri perché abbiamo dato un bellissimo segnale al campionatoApprezzo il mister per quello che ha detto, io sono sempre a disposizione della squadra perché quando la coperta è corta un giocatore deve mettersi a disposizione e quindi lo ringrazio per le parole che ha detto.” 

Sullo scudetto

 “Io penso che sia una buonissima stagione anche se siamo un po’ indietro in campionato rispetto a quello che ci aspettavamo ma siamo ancora vivi, avvelenati, e ci crediamo ancora tanto. Ci sono tante partite davanti da giocare e le vogliamo vincere perché siamo la Juventus”.

Sulla Lazio e sul Porto

 “Sicuramente è una partita difficile, negli ultimi precedenti la Lazio ci ha messo in difficoltà ma giochiamo in casa e questo ci darà quel qualcosa in più: anche se purtroppo ci mancano i nostri tifosi, è sempre il nostro stadio. Una partita difficile. Sarà una battaglia, sarà combattuta, ma se giochiamo da Juve porteremo a casa il risultato”. Mentre sulla sfida con il Porto: “Tutte le energie fisiche e mentali devono essere sulla Lazio. Da domenica mattina potremo pensare al Porto, un’altra gara molto difficile e complicata. Dobbiamo ribaltare il risultato dell’andata ma la Juve è capace anche di questo”