Mancini lo schiera al 84′: E per Bergomi, Chiesa e Berna sono il piano B


L’Italia è ai quarti di finale grazie a un gol bellissimo di Chiesa e oggi tanti tifosi s’interrogano se sia giusto relegarlo in panchina o dovrebbe giocare di più.

In una partita come quella di ieri con un attacco inconcludente Mancini lo ha fatto entrare solo a 5 minuti dal novantesimo. Eppure Insigne sbagliava tanti passaggi e non era in giornata, come lo stesso Berardi. Anche Immobile un gran palo poi il nulla.

E all’Europeo in tre slot ci sono 5 cambi da sfruttare. Bravo Mancini che li ha indovinati con Pessina e Chiesa in rete ma last minute e si giocava con l’Austria, non il Brasile.

Anche per Bergomi a quanto pare Chiesa più che un titolare un piano B, uno spaccapartite magari ma da far subentrare a partita in corso.

Ecco le parole di Bergomi:

Chiesa è un giocatore straordinario, che può giocare sia a destra che a sinistra. Quando uno come lui entra a 20 minuti dalla fine con i suoi strappi ti può dare molto. Bernardeschi? Quando porti uno come lui che non ha fatto bene in campionato vuol dire che è il tuo uomo, che dà tutto e fa tutto per te. Sono giocatori che hanno attitudini diverse rispetto ai titolari e che possono darti alternative in corso”.

Ora  a parte che accomunare Chiesa e Bernardeschi non ci pare molto realistico. Ma Chiesa ha dimostrato in un intero campionato quanto vale, 8 gol e 8 assist, praticamente sempre determinante.

Poi Mancini fa le sue valutazioni ma non raccontateci che un’alternativa da far entrare a partita iniziata.

Vi lasciamo al meraviglioso gol di Chiesa, forse Mancini e Bergomi dovrebbero guardarlo qualche volta in più:

Link