Il regista a centrocampo, tra Ramsey e Fagioli: Allegri sceglie il cervello contro il Monza


La Juve giocherà stasera la sua seconda amichevole estiva. Dopo la vittoria col Cesena ecco il Monza alle 20 e 30, partita visibile su Italia 1. La curiosità sulle scelte dell’Allegri bis è sempre tanta soprattutto sullo schieramento di centrocampo.

La telenovela Locatelli è alla puntata 1000 ma il Nazionale è ancora al Sassuolo. Pjanic chiama disperatamente la Juve in tutte le lingue ma è ancora al Barcellona.

Così stasera il regista dovrebbe essere Fagioli, a meno che non riesca ad arrivare nuovamente in ritardo e si faccia rispedire in tribuna.

Ad aiutarlo in kilometri e recuperi dovrebbe pensarci il texano Mckennie. Mentre sulla sinistra ecco il primo big già pronto, il francese Rabiot.

Ma Fagioli potrebbe anche restare in panchina per dare una chance al genietto gallese Ramsey. In realtà la Juve sta cercando di rimandarlo in Premier ma ancora Cherubini non ha niente di concreto in mano. Uno stipendio da 7 milioni l’anno da gestire.

In difesa, in attesa del ritorno dei Campioni d’Europa ecco De Ligt Demiral e a terzino destro si rimaterializza De Sciglio pronto a una stagione da vice Danilo.

A sinistra il giovane De Winter. Loro 4 dovranno difendere il polacco Szczesny dagli attacchi del Monza.

Si riprende il suo posto fisso in panchina Rugani ma con lui ci sarà già il giovane Dragusin, pronto a superarlo nelle gerarchie.

Davanti mancheranno Ronaldo, appena arrivato, l’affaticato Dybala e Morata.

Spazio, dunque, ai giovani con Correia e quel Soulè che ha già stuzzicato i tifosi bianconeri con le sue giocate da clone di Dybala.

E Allegri metterà in campo anche Kulusevski, che non conosce ma che rappresenta un potenziale da sfruttare.

Una Juve che se da un lato è sperimentale, dall’altro ha i medesimi giocatori della scorsa stagione. Luglio è finito, il giro di boa del calcio mercato c’è stato ma non si è mosso nulla, nè in entrata, nè in uscita. Eccetto, piccolo particolare, l’allenatore, naturalmente.