Mai stati in B: l’Inter arrivò ultima ma spuntò il compromesso


In questi giorni l’Inter vive uno dei periodi più tristi della sua storia con lo smantellamento della squadra per ripianare i debiti.

Zhang doveva schiacciare tutti dentro e fuori dal campo ma sembra schiacciato dai debiti. Aveva promesso di non vendere nessuno ma dopo Conte sono partiti Hackimi e Lukaku.

Lo scorso campionato l’Inter in ritardo con gli stipendi fu salvata a febbraio dalla lega che modificò la norma proprio a febbraio spostando la scadenza a fine campionato.

E la storia dell’inter non è nuova a burrasche. proprio il vanto principale dei tifosi nerazzurri: Mai stati in b, nasconde una retrocessione evitata grazie all’ennesima norma modificata.

L’Inter arrivò ultima nel campionato 1921 1922 e  il regolamento della CCI prevedeva  la retrocessione diretta delle ultime due classificate

Ma come la manna dal cielo arrivò il cosiddetto Compromesso Colombo. Fu il lodo arbitrale, emesso il giorno 22 giugno 1922.
Inter retrocessa in seconda divisione, successivamente invece ammessa a disputare gli spareggi salvezza solo dopo la decisione avvenuta con il Compromesso Colombo,il 26 giugno.
Ma l’Inter non farà nemmeno gli spareggi.

La gara è fissata per il 2 luglio e dovrebbe giocarsi contro lo Sport club Italia. Sono però passati di fatto 3 mesi dalla fine del campionato CCI, che si era concluso ad aprile, e per lo Sport Club Italia è un vero problema mettere insieme 11 giocatori: molti, infatti, sono impegnati nel servizio militare e la società è pure in crisi e verrà sciolta.

L’avversario comunica così all’Inter in anticipo la propria rinuncia alla partita, i nerazzurri vincono a tavolino 2-0 e avanzano agli spareggi misti con squadre di FIGC.