Bonucci risponde ad Allegri sulla fascia di capitano: “Resto un leader nello spogliatoio”


Leonardo Bonucci e Massimiliano Allegri, non esattamente la relazione più amichevole che si sia vista in questi ultimi anni alla Juventus. Dal punto di vista professionale c’è assoluta stima tra i due, ma qualche punzecchiatura in passato non è mancata. Resta storico lo sgabello di Oporto, mentre più di recente il tecnico livornese è tornato a parlare della possibilità di vedere la fascia di capitano sul braccio del centrale bianconero: “Ci sono delle gerarchie, Leonardo sa che col passaggio al Milan si è azzerato tutto. Se si vuol fare sfoggio della fascia allora si va a comprarla al mercato e la si indossa”.

E’ stata di certo una battuta ma non è passata inosservata. I social, come spesso accade in questi casi, ci hanno ricamato su fin troppo e allora era inevitabile la domanda a questo proposito nell’intervista che Bonucci ha concesso alla ‘Gazzetta dello Sport’.

Il difensore della Juventus ha mostrato estrema tranquillità quando ha parlato di questo tema: “Se devo andare a comprare la fascia di capitano al mercato? Quella del mister era una battuta anche per smorzare la tensione. Ho 34 anni e ho capito che quello può essere uno stimolo per riaccendermi in vista dell’inizio della stagione. Io so bene quello che devo fare in campo e nello spogliatoio, poi le chiacchiere le porta via il vento e le biciclette i livornesi. Come ho ritrovato Allegri? Molto carico, con lui siamo pronti a riprenderci lo scudetto. La parentesi al Milan? In molti mi hanno insultato e giudicato senza sapere”.

C’è poi spazio per parlare di Serie A e di Nazionale: “L’Inter sarà l’antagonista principale, anche senza Hakimi e Lukaku. C’è poi la Lazio di Sarri che darà fastidio e il Milan ha speso bene sul mercato. La Nazionale? E’ stata un’estate gloriosa, con lo stessa umiltà e con lo stesso sacrificio ce la giocheremo anche ai mondiali in Qatar”.