Sarri non capisce: “Ho visto mani addosso e calci a terra al mio giocatore, niente rossi”


L’allenatore del Napoli nella conferenza pre match di Eurpa League è tornato sulla vittoria in campionato contro l’Inter.

A quanto pare il mister della Lazio proprio non riesce a comprendere come con due risse innescate dai giocatori nerazzurri non sia scattato nemmeno un cartellino rosso.

Sarri ha visto mani addosso al suo giocatore, calci a terra e gli è stato riferito anche di un presunto sputo che però non ha visto.

La sua sorpresa già durante la partita quando l’arbitro non ha espulso nessuno come fossero comportamenti ordinari.

Poi la beffa ieri quando il giudice sportivo non solo non ha espulso nessuno dell’Inter ma addirittura ha squalificato per le risse  Luiz Felipe della Lazio.

Altra cosa sorprendente il silenzio che pesa su quanto accaduto e diventa ancor più grottesco il clamore sulla Juve il rigore dato da Orsato a favore della Roma.

A quanto pare l’informazione ha le sue preferenze. E Sarri rimane l’unica voce a rimarcare qualcosa di inspiegabile.

Il mister della Lazio ha anche ricordato come fosse stato squalificato solo per avere indicato col dito l’arbitro. un comportamento ritenuto minaccioso. Se avesse preso qualcuno dalla maglia come Dumfries che punizione avrebbe avuto?

Ironia  a parte è davvero incomprensibile come in Italia ci possano essere due pesi e due misure. Fra l’altro i giocatori sotto accusa, in particolare Lautaro, Dumfries e lo stesso Handanovic con un’espulsione avrebbero saltato la partita contro la Juve.