Conte: “Senza me la Juve sarebbe ancora lì, sconfiggendola ne ho minato le certezze”


Conte è il nuovo allenatore del Tottenham e spera di avere un grande ciclo ma nell’intervista è tornato con orgoglio sullo Scudetto vinto con l’Inter che definisce il suo capolavoro.

Afferma di aver interrotto una monarchia sportiva quale quella bianconera.

E spiega che senza lui la Juve sarebbe ancora lì, perchè sconfiggendola ne ha minato le certezze.

Ecco le sue dichiarazioni:

“Ma il vero capolavoro è stato lo scudetto con l’Inter”

Ha spiegato di essere arrivato alla vittoria in soli due anni:

“In due anni abbiamo rovesciato una monarchia sportiva”

E infine ha spiegato che solo grazie a lui il ciclo bianconero è finito, perchè ne ha minato le certezze:

“Se non ci fossimo stati noi a interrompere il ciclo bianconero, la Juve sarebbe ancora lì davanti. Quando batti qualcuno, ne mini le certezze”.

Insomma alla fine Conte ha vinto solo uno Scudetto e in condizioni molto particolari, quali covid e una Juve di Pirlo che non ha giocato bene.

Ma secondo lui si tratta di un’impresa storica.

La Juve in realtà è arrivata quarta e anche senza Conte lo Scudetto non l’avrebbe vinto. Il problema non è la sua bravura ma una squadra bianconera a fine ciclo. Poi se voleva dimostrare la sua grandezza poteva restare.

La squadra di Pirlo lo scorso anno era fuori dallo Scudetto già da gennaio. E solo per un miracolo arrivò all’ultima giornata in Champions. prima di lei tre squadre e non solo l’Inter.