Bergomi spiega perchè l’Inter non è prima: “Per colpa di quei punti persi con la Juve”


Giornata di campionato segnata dalle sconfitte delle prime della classe. L’Inter ha battuto il Napoli e si è avvicinata alla testa della classifica.

E Bergomi ha commentato la vittoria nerazzurra alzando il morale interista. A suo dire, infatti, la squadra di Inzaghi ha giocato una partita all’attacco e meriterebbe anche il primato.

Per lui la causa del secondo posto sono i punti persi con Juve e Atalanta.

Ma si può davvero parlare di punti persi?

In realtà è vero che con la Juve è stata raggiuta nel finale per il rigore causato da Dumfries su Sandro.

Ma è anche vero che l’Inter era in vantaggio per un unico fortunoso tiro: la Juve era in 10 con Berna fuori, Calhanoglu ha tirato in tribuna ma la palla ha colpito Locatelli ed è schizzata sulla traversa. Poi a portiere battuto il pallone è persino arrivato nei piedi di Dzeko che l’ha spinta a porta vuota. Insomma un gollonzo!

E con questi ragionamenti dovrebbe mangiarsi le mani la Juve che ha vinto con Roma e Lazio ma è riuscita a suicidarsi in casa con compagini come Empoli e Verona.

Chiaro, quindi, che non puoi essere rammaricato per le cose andate male senza considerare la fortuna di altre gare. Compresa quella col Napoli in cui i partenopei hanno praticamente perso quattro giocatori nelle ultime ore, fra cui Osimhen.