Soule’ va in prima squadra: le mosse in attesa di gennaio


La Juve attraversa il momento più buio dai tempi di calciopoli in campo e fuori. I Dirigenti sono nell’occhio del ciclone per presunte false plusvalenze, la squadra è lontana dalla vetta e ora ha perso fino al 2022 Chiesa, Danilo e McKennie.

Allegri aveva spiegato che i giocatori dell’under 23 prima di arrivare in prima squadra dovrebbero farsi le ossa in serie B e poi in una squadra minore di A.

Ma ai tempi di quella dichiarazione non aveva previsto una simile emergenza.

Il reparto offensivo era già da retrocessione con gli stessi gol realizzati del Genoa e quasi la metà di Napoli, Inter e Atalanta.

E adesso mancheranno i due motori Chiesa e McKennie.

Allegri dovrà pescare dell’under 23 e così in prima squadra salirà l’argentino Soule’.

È il giocatore più talentuoso del reparto offensivo, può giocare in qualsiasi ruolo e sta facendo bene con Zauli.

Si siederà in panchina ma non mancheranno le occasioni per far rifiatare i titolari che sulle fasce sono Bernardeschi, Cuadrado e Kulusevski.

Importante sarà il rientro di De Sciglio per non sacrificare Cuadrado a terzino al posto di Danilo.

La coperta della Juve è sempre più corta. Anche a centrocampo al posto del vivace McKennie torneranno Arthur o Bentancur. La manovra probabilmente perderà in velocità, gol e incursioni.

E si  spera che i due centrali  non perdano le solite palle davanti alla difesa.

La Juve ha mandato in altre squadre Fagioli e Ranocchia. E a gennaio sarebbe ideale riprendersi almeno Rovella ma difficilmente il Genoa lo restituirà.

Ci vorrebbero un paio di colpi importanti come un attaccante ma la Juve sta attraversando un momento economico difficilissimo.