Rabiot e Sandro nella formazione di rifinitura: la strategia di Allegri


Allegri ha provato una formazione tipo nella rifinitura e non sono mancate le sorprese. Molti tifosi speravano di vedere in campo Pellegrini sulla fascia  e Arthur con Locatelli al centro.

Al momento sembra che questi desideri verranno disattesi da Allegri che ha schierato a terzino Sandro, con Rabiot davanti sulla fascia sinistra.

In campo a sorpresa anche Bernardeschi e Kulusevski con Dybala relegato in panchina.

Scelte che potrebbero sembrare inspiegabili se non si considerassimo le parole del Tecnico di ieri in conferenza.

Allegri ha spiegato che è una partita che può arrivare ai supplementari durando 120 minuti. Le assenze sono tante e il tecnico vuole avere dei cambi validi per giocarsi le carte fino alla fine.

E’ chiaro che schierando ad esempio Pellegrini dal primo minuto non avrebbe un terzino di spinta per il secondo tempo.

Stesso discorso con Arthur. Allegri ha spiegato che il brasiliano può giocare con Locatelli sia dall’inizio oppure subentrando per spaccare la partita. Un pò quello che è successo con la Roma.

Insomma Allegri non vuol schierare tutti i migliori dall’inizio ma preferisce avere frecce importanti in panchina.

Naturalmente si rischia di subire molto l’Inter a causa della bassa propensione di giocatori come Rabiot e Sandro a spingere.

Oltre che si sentirebbe la mancanza in campo di Dybala.