Morata calciato da dietro: perchè riguardarlo al Var?


In questo Calcio italiano ormai si capisce sempre meno. Si danno rigori a che inciampa e si negano ad un attaccante che viene colpito in pieno da dietro.

Morata è andato a terra non appena è stato colpito alle spalle, poi ha chiesto all’arbitro di intervenire. Ma Di Bello non è andato nemmeno a rivederlo al Var. Ma perchè non andare a rivederlo? Perchè poi era troppo netto e bisognava fischiarlo magari.

E non ci paragonino l’episodio a quello di Calabria che cade in un contatto di corsa con Sandro. Perchè sono due cose davvero diverse.

Per i malpensanti è stato compensato l’errore subito dal Milan contro lo Spezia.

Ma soprattutto ormai non si capiscono più le regole di questo Calcio. Ieri gomitata a Dzeko e visto il livido evidente ci raccontano che il Var non può intervenire.

Stasera calcio netto a Morata che finisce a terra. Impossibile simulare dato che non vede e cade appena prende la botta.

E ci raccontano che è un calcetto. Un calcetto? Allora da ammonire Morata che si è gettato a terra da fermo.

Ma persino i telecronisti che tacciono. Non viene riproposto un solo replay. I telecronisti non si chiedono nemmeno cosa faccia Morata a terra in area con le braccia al cielo

Poi la Juve ha i suoi problemi, non riesce a tirare in porta in 90 minuti. Ma questo non giustifica non dare un penalty quando c’è.

Non è un alibi perchè non può coprire le lacune di questa Juve ma non è nemmeno possibile vedere un regolamento ballerino e un Var che ormai funziona a fortuna.

Il tutto con i tifosi rivali che hanno il coraggio di parlare di aiuti alla Juve.