Kulusevski ha lasciato la Juve: cifra forte ma possibilità di ritorno


Era il gennaio del 2020 quando la Juve annunciava di avere acquistato il cartellino del classe 2000 Dejan Kulusevski. Un colpo di Paratici, da 35 milioni,che anticipava tutti e si aggiudicava il talento svedese prima dell’estate.

Kulusevski prometteva di diventare un vero Crack per le difese. Ma alla Juve, tranne qualche fiammata, ha inanellato una serie di prestazioni insufficienti.

Ma se i tifosi Juventini si sono disinnamorati di lui, lo stesso non ha fatto Paratici che se l’è venuto a riprendere.

Kulusevski è un nuovo giocatore del Tottenham e aiuterà Conte nella lotta alla Premier.

La Juve lo ha ceduto per una cifra di 40 milioni ma c’è un però. Si tratta di un prestito oneroso con obbligo di riscatto. L’obbligo scatta se il Tottenham si qualifica in Champions raggiungendo il quarto posto e se Kulusevski raggiungerà la metà delle presenze in Premier. In classifica gli Spurs sono in piena lotta per le prime posizioni.

Quindi 5 milioni di prestito per questa metà stagione e poi gli altri 35 al verificarsi delle condizioni.

L’operazione è stata portata avanti dall’agente Lucci e mira a scommettere ancora sul talento svedese che magari si adatterà meglio al calcio inglese.

Oltre che alla bravura di Antonio Conte, capace di tirare fuori sempre il meglio dai suoi giocatori.

Da registrare qualche mugugno dei tifosi spurs che non hanno gradito l’acquisto dalla Juve. Sono arrivati a paventare un Paratici ancora a servizio bianconero.

In realtà Kulusevski lascia la Juve un pò a sorpresa, perchè ci si aspettava come priorità l’addio di giocatori di centrocampo come Ramsey.

Ma con questa operazione la Juve ha praticamente coperto mezzo Vlahovic. E quantomeno sulla carta c’è una bella differenza tecnica a parità di età.

Finalmente si vedono mosse importanti di Arrivabene e Cherubini che guadagnano punti dopo una prima estate non molto soddisfacente.

Locatelli si è rivelato un ottimo acquisto ma lo scambio Kean per Ronaldo ha prodotto una emorragia di punti già in metà stagione.