Terzo ricorso dell’Inter per avere la partita a tavolino: si sposta ancora la sfida col Bologna


Dopo le sentenze, del Giudice Sportivo prima e della Corte d’appello dopo, l’Inter non si arrende e presenta ricorso alla Corte di Giustizia in terzo grado.

La sua richiesta ancora una volta è quella di non rigiocare Bologna Inter ma di vincerla a tavolino.

O quantomeno questa è la richiesta sulla carta ma di certo questi reiterati ricorsi stanno producendo un altro effetto.

La gara non è stata giocata in un periodo caldo, pieno di partite e non verrà giocata ancora per un lungo periodo. Ciò significa che nella migliore delle ipotesi l’Inter potrebbe affrontare il Bologna quando le sentenze del campionato saranno già segnate.

Se il Bologna sarà già salvo e senza obiettivi, di certo non avrà la motivazione e il coltello fra i denti della lotta salvezza. I giocatori potrebbero essere già proiettati alle vacanze come succede nelle ultime gare. Mentre l’Inter di certo si starà giocando lo Scudetto e sarà carica.

Lo scorso anno ci fu il primo caso di partita rinviata e in quel caso la Juve non presentò mai ricorso aspettando il verdetto deciso dalle autorità. E quella volta al Napoli mancavano solo due giocatori per covid.

Da allora le partite spostate per assenze da covid dalle Asl sono state rigiocate.

Ricordiamo che al Bologna mancavano 9 giocatori, per cui chiedere di vincerla a tavolino sembra poco sportivo.

Il Bologna aveva saltato anche la gara col Cagliari che è stata regolarmente recuperata.