Napoli deferito per i 3 in quarantena che giocarono con la Juve: situazione sconfitta a tavolino


Lo scorso anno il Napoli non partì per Torino perchè aveva due giocatori positivi e l’Asl ordinò di non partire. Ma questo gennaio sempre l’Asl gli ordinò di tenere in quarantena domiciliare Rhamani, Zielinski e Lobotka. Stavolta, però, il Napoli li fece partire con l’aereo e addirittura giocarono a Torino contro la Juventus.

A distanza di due mesi è arrivato il deferimento della Procura Federale per De Laurentiis, il Medico sociale e il Napoli.

Ci si chiede se la società partenopea rischi il tre a zero a tavolino. Ma da Napoli ostentano sicurezza. L’Avvocato della Società spiega che ci sono stati altri precedenti che fanno giurisprudenza e lì non è stata applicata penalizzazione.

Il giornalista Alvino addirittura definisce il deferimento “qualcosa di surreale, dopo l’esame di Suarez e la quarantena di Vlahovic”.

Ma la verità è che il tifoso comune si chiede perchè tre giocatori che dovevano stare in quarantena hanno potuto partire e giocare una gara di serie A.

A questo punto davvero la giustizia continua  a perdere di certezze. Quella gara a Torino finì in pareggio e di certo una sconfitta a tavolino provocherebbe cambiamenti sensibili nella classifica.

Vedremo ancora una volta che cosa decideranno i giudici della giustizia sportiva.