Per Alvino, dopo i casi Suarez e Vlahovic, il deferimento del Napoli è “surreale”


Conclusa la fase istruttoria è arrivato ieri da parte della Procura Federale il deferimento er De Laurentiis, il Medico della squadra e la Società Napoli.

Il fatto risale alla gara Juventus Napoli di questo gennaio, quando vennero schierati in campo Lobotka, Rhamani e Zielinski. Ma i tre giocatori erano stati posti in quarantena dall’Asl Napoli e non dovevano muoversi da casa.

Al contrario presero l’aereo per Torino e giocarono una partita di serie A.

Per qualcuno il Napoli rischierebbe persino il tre a zero a tavolino.

Ma il giornalista Alvino non cista e fa presente che la Juve non ci sono stati deferimenti per i casi Suarez e Vlahovic.

Per questo il deferimento gli pare “surreale“. Alvino ha anche sottolineato che nel Calcio italiano ci sono soggetti che godono d’impunità.

Continua, dunque, in Italia un clima di rivalità che va oltre il terreno di gioco. Soprattutto in questi ultimi anni si son verificati troppi episodi finiti nelle aule di giudici sportivi.

Ancora oggi si deve recuperare Bologna Inter ma si aspetta il risultato del terzo ricorso nerazzurro. ironicamente molti tifosi ipotizzano ormai un recupero a Ferragosto.

Il Napoli è vicino alla vetta della classifica e anche la Juve ha recuperato terreno importante. ormai ogni punto può diventare decisivo.