Buffon, la papera più brutta della sua carriera: liscio comico poi il gesto da deferimento


L’ex portiere della Juve ha firmato un contratto fino alla pensione col Parma e dopo un infortunio era tornato in campo per sbarrare la strada al Perugia. Ma è stato un ritorno da incubo con due gol incassati in sette minuti.

Soprattutto il secondo sembra potersi classificare come la peggior papera della sua carriera. prima il liscio, poi l’inseguimento comico ad Olivieri.

Gigi anche alla Juve regalava ogni anno una o due papere, ben compensate da decine e decine di miracoli. Ma c’è un altro vizio che non ha perso ed è quello delle imprecazioni. La stessa a cui si è lasciato andare dopo l’erroraccio. Così adesso rischia di saltare anche il derby dato che in passato per gesti simili è scattato il deferimento e la squalifica.

Almeno possiam dire che a 44 anni Buffon è sempre lo stesso. Naturalmente si scherza su un portiere che è stato forse il più grande di tutti i tempi. Grazie a lui e alle sue parate l’Italia ha vinto i Mondiali e probabilmente meritava quel Pallone d’oro dato simbolicamente al capitano Cannavaro.

L’unico grande rammarico di Gigi sarà quella coppa maledetta che ha provato a vincere con la Juve e anche col PSG, due formazioni alquanto allergiche alla coppa dalle grandi orecchie.

Ecco il Video:

Link