Il paradosso di Dybala, tutti lo vogliono nessuno se lo prende. E ora spunta il Real Madrid…


Chissà, forse se non avesse tirato troppo la corda oggi Paulo Dybala sarebbe ancora una colonna della Juventus di Allegri. La vita va avanti, ovvio, gli errori si commettono ed è normale. Nonostante tutto, è davvero strano osservare oggi la situazione dell’argentino: siamo al 23 giugno, formalmente Paulo è ancora un calciatore della Juve ma, di fatto, è il più importante svincolato attualmente sul mercato.

Dicevano che l’Inter avesse in mano l’accordo col giocatore: la trattativa coi nerazzurri c’è stata ed è ancora viva, ma siamo lontani dalla chiusura. I nerazzurri hanno preferito concentrarsi sull’affare Lukaku, da chiudere entro fine giugno per questioni fiscali, mettendo da parte l’argentino che pensava di ricevere un trattamento da star. Nulla di tutto ciò: oltre alle frizioni tra Marotta e il procuratore dell’ex Palermo, Antun, si registra la reazione stizzita di Dybala quando ha saputo che l’Inter avrebbe accelerato solo dopo la cessione di uno tra Dzeko, Correa e Sanchez.

L’Inter resta in pole per Dybala ma ora tutto può accadere. Si è tornato a parlare del Milan che, però, non può avvicinarsi alle cifre richieste dal classe ’93, che resta in un “range” tra i 6 e gli 8 milioni di euro a stagione. In Italia c’è anche l’interesse della Roma ma non basterà di certo l’intervento di Mourinho per convincere Dybala a trasferirsi nella capitale.

Ed ecco che allora la pista estera prende nuovamente corpo. Sono tre i club che ad oggi potrebbero provare l’affondo decisivo: c’è il Manchester United, che già tre anni fa aveva in mano l’argentino (che poi rifiutò la destinazione), c’è l’Atletico Madrid con Simeone che stravede per il suo connazionale e, udite udite, ci sarebbe anche il Real Madrid. La candidatura dei campioni d’Europa è saltata fuori nelle ultime ore, certo è che sarebbe davvero una beffa per la Juve perdere un calciatore di questo livello a zero euro e vederlo poi far faville al Real Madrid…