Arthur ha accettato il Valencia! Ora doppio obiettivo a centrocampo per la Juve


Il centrocampo continua ad essere al centro delle trattative di mercato della Juventus. Le ultime ore sono state segnate da due avvenimenti che potrebbero dare un ulteriore scossone in questa sessione estiva: prima è arrivato l’infortunio di McKennie (per l’americano è previsto uno stop di un mese), che peraltro segue quello di Pogba, poi la notizia dell’ultim’ora (rilanciata da ‘TMW’) che apre nuovi scenari.

Arthur Melo ha accettato la cessione in prestito al Valencia di Gattuso. Il centrocampista brasiliano è ormai ai margini del progetto di Allegri, prigioniero di un ingaggio altissimo e della quotazione sballata nello scambio di mercato col Barcellona di 2 anni fa, quando in Catalogna finì Pjanic.

Dopo due anni, comunque, la Juve ha già ammortizzato parzialmente a bilancio i costi di Arthur e può pensare alla cessione in prestito. L’accordo tra i club, meglio precisarlo, ancora non è stato trovato: il Valencia, d’altronde, non attraversa un periodo felice dal punto di vista economico ed è disposto ad accollarsi fino al 20% dell’ingaggio del brasiliano. Percentuale ovviamente non sufficiente per la Juve che punta almeno ad un 50%. L’impressione, comunque, è che alla fine l’ex Barcellona torni in Spagna, considerato anche che dall’Arsenal non sono più arrivati segnali dopo l’interessamento a gennaio.

Le cessioni di Arthur e, probabilmente, di Rovella libereranno due posti a centrocampo. Vi abbiamo raccontato su queste pagine della trattativa per Milinkovic-Savic che viene condotta sotto traccia: impensabile che si arrivi agli 80 milioni chiesti da Lotito, ma a cifre più basse e con pagamento dilazionato l’affare si può fare. Non solo: Allegri avrà anche il nuovo regista, visto che col PSG si proverà a chiudere per Paredes nei prossimi giorni. I transalpini puntano alla cessione definitiva dell’argentino, la Juve spinge per il prestito con diritto di riscatto. Possibile che l’intesa si trovi sull’obbligo al raggiungimento di determinati obiettivi personali (presenze) e di squadra e che, soprattutto, Paredes possa arrivare già prima del debutto in campionato col Sassuolo.