Del Piero, subito in Dirigenza: l’idea alla Maldini per ricostruire


Nel post disastro contro il Benfica, Del Piero ha sintetizzato i problemi che a quanto pare la Società non riesce a risolvere o forse a vedere.

Del Piero ha consigliato alla Juve una riflessione interna per comprendere i problemi reali che attanagliano la squadra. I giocatori non hanno il passo delle altre squadre, non hanno un assetto solido e organizzato, spesso sembra che non sappiano cosa fare, non cercano mai l’uno contro uno e poi ci sono i troppi anomali infortuni. Per Del Piero alcuni di questi problemi sono risolvibili nel breve periodo e altri nel lungo termina.

Basterebbe questa analisi per capire la competenza di Del Piero e il suo occhio vigile e intelligente nel comprendere cosa bisogna cambiare.

Aggiungiamoci che è una persona intrisa di stile Juve, seria, carismatica e diplomatica. Così Caressa ha consigliato alla Società Juve di non perdere altro tempo e portarsi in Dirigenza Del Piero.

Sarebbe una mossa come quella fatta dal Milan. Anche i rossoneri alla fine di un ciclo hanno dovuto ricostruire la squadra e lo hanno fatto puntando su un uomo simbolo come Maldini. sono persone preziose che non tutte le squadre possono avere. persone che hanno vissuto per i loro colori, sono state Capitano e hanno incarnato i migliori valori dei prestigiosi colori.

I Dirigenti bianconeri da anni sono in panne e i risultati si vedono sul campo. Non prendere Del Piero sarebbe l’ennesimo grande errore compiuto.

Basta fotografare la Dirigenza Juve per capire quanto manca un Del Piero. Arrivabene sa poco o nulla di calcio venendo da altri lidi. Cherubini si occupa di trovare giochi con l’esperienza fatta accanto a Paratici. Nedved dovrebbe essere il motivatore e comunicatore. Ma quanto a quest’ultima caratteristica come alla riflessione di certo non pare all’altezza di Del Piero.