Dybala si sfoga sulla Juve: l’aneddoto e il paragone con la Roma


In questi giorni sembra si stia consumando il Festival degli ex giocatori bianconeri scontenti. Ci sono state frecciate alla Juve da De Ligt, Bentancur, Zakaria.

E ieri per concludere e’ toccato all’ex numero 10 bianconero Paulo Dybala.

Il romanista ha raccontato di anni difficili e complicati alla Juventus. Ha spiegato che gli ha fatto bene cambiare aria e arrivare a Roma dove e’ stato accolto con gran calore ed è molto apprezzato.

E forse per chiarire il concetto ha raccontato un aneddoto. La Juve vinceva 4 a 3 ma Allegri ha scelto di sostituirlo. Cosi’ mentre usciva dal campo ha incontrato Mourinho che gli ha detto: Sei un fenomeno!

Ma Dybala ha raccontato una storia a macchie di leopardo in cui mancano pezzi importanti.

I tifosi della Juve lo hanno sempre aspettato e amato e la stessa Societa’ gli ha conferito la mitica numero 10.

Ma negli ultimi due anni l’argentino e’ stato praticamente sempre infortunato e ha non ha mai inciso in campo.

Forse la cosa peggiore è stata la sua Richiesta di 10 milioni l’anno dopo due stagioni deludenti.

 

Un rinnovo che non ha mai fortemente cercato, tanto da aprire le porte all’Inter che gli prometteva piu’ soldi.

Peccato che Marotta appena ha potuto riavere Lukaku lo ha sacrificato senza pensarci troppo.