15 giocatori in prestito in giro per l’Europa: ecco chi è destinato a tornare alla Juve


Ci sono 15 giocatori della Juventus in prestito tra Serie A, B e altri campionati europei, escludendo quelli della seconda squadra che si stanno facendo valere nelle divisioni inferiori in Italia. Andiamo a capire chi sta facendo meglio e chi, soprattutto, ha un futuro in bianconero.

Tornano e saranno confermati

Un nome su tutti, Rovella. Il centrocampista è stato ceduto in prestito al Monza in extremis, per molti era già pronto per un anno da protagonista in bianconero. In Brianza sta mettendo in mostra tutte le sue qualità, tornerà e sarà protagonista della Juve del futuro. Sta facendo bene anche Luca Pellegrini all’Eintracht, è probabile che tornerà per restare visto che nel frattempo Alex Sandro dovrebbe salutare. Discorso simile per Cambiaso, acquistato dal Genoa in estate e subito girato in prestito al Bologna. Il classe 2000 è uno dei migliori terzini del campionato, pochi dubbi sul fatto che Allegri lo allenerà nella prossima stagione.

Tornano ma sono in dubbio

Zakaria e Arthur quasi certamente non verranno riscattati da Chelsea e Liverpool e la Juve, in estate, avrà nuovamente il problema di “piazzarli” altrove. De Winter si sta facendo valere all’Empoli ma è presto per sapere se Allegri vorrà trattenere il giovane centrale belga. Alejandro Marques è un attaccante classe 2000, ancora non ha mostrato le qualità che ha mostrato nelle giovanili del Barcellona, è in Portogallo (all’Estoril) ma sarà girato un altro anno in prestito. Discorso simile per Nicolussi Caviglia, classe 2000 che si è lasciato alle spalle problemi fisici ed è tornato a buoni livelli col Sudtirol. Avrà tempo per mostrare di meritarsi la Juve, ha un contratto fino al 2026. C’è poi Filippo Ranocchia, un centrocampista da sempre ammirato da Allegri. Sta facendo bene al Monza ma la Juve in mezzo al campo oggi sembra coperta, anche per il futuro.

Chi non tornerà

Pjaca ha girato mezza Europa in prestito, non sta facendo faville neppure all’Empoli ed è vicino alla scadenza del suo contratto, che non sarà ovviamente rinnovato. Frabotta (che ha trovato la sua dimensione a Frosinone), Zanimacchia (Cremonese) e Di Pardo (Cagliari) dovrebbero essere riscattati dai rispettivi club ma in ogni caso non faranno parte della Juve del futuro. Anche Gori (portiere, al Perugia) e Lungoyi (Ascoli) sono attesi certamente da una carriera di buon livello ma senza ulteriori passaggi a Torino.