Plusvalenza Osimhen: la Procura di Napoli ha chiesto altri 6 mesi per indagare


Sta diventando surreale la vicenda della giustizia sportiva e dei 15 punti di penalizzazione alla Juventus. I bianconeri si son visti togliere 15 punti dalla classifica a causa di plusvalenze su cui erano stati già giudicati e assolti.

Ma questo potrebbe anche essere il destino del Napoli a causa dell’affare Osimhen. In quell’operazione tre giovani della primavera vennero ceduti in scambio per un valore che sfiorava i 20 milioni di euro.

Dopo l’annuncio di Repubblica di ulteriori indagini ecco la conferma della Procura che ha chiesto altri sei mesi per svolgere ulteriori accertamenti.

Con questa tempistica si avrebbe una risposta su tali accertamenti a campionato finito. E così si vede una giustizia a macchia di leopardo e con tempi completamenti differenti.

Basti pensare al caso Juve dove in un paio di mesi e un pomeriggio di riunione si è arrivati ad una pena persino superiore a quanto chiesto dall’accusa.

Insomma in Italia tanti club hanno fatto plusvalenze e sono state sempre giudicate accettabili e senza motivo di sanzione. Ma per la Juve si è persino inventato il reato di sistema. Così gli altri club non sarebbero punibili perchè hanno fatto plusvalenze che non sono un sistema. Insomma il diritto nella giustizia sportiva non corrisponde ai principi della gioustizia ordinaria.