Non c’è pace sul caso Cristiano Ronaldo-Juve: rottura sempre più vicina

Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo

Cristiano Ronaldo ha lasciato la Juventus in una situazione piuttosto complicata dal punto di vista economico, i suoi anni in bianconero hanno pesato pesantemente sulle casse della società bianconera e non contento il portoghese ha chiesto 19,9 milioni legati alla seconda manovra stipendi relativa alla stagione 2020-2021. C’è stata un’altra udienza interlocutoria che ha avuto luogo nella giornata di ieri, ma non si è arrivati a capo della situazione.

La Juventus ritiene infatti che non deve assolutamente nulla a Cristiano Ronaldo ed il collegio arbitrale sta cercando di risolvere tale querelle, seppur attualmente non si è arrivati a nessun tipo di risultato. Entro però aprile 2024 l’arbitrato dovrà risolversi, ma per la Juventus non sussiste alcun motivo nel dare quei soldi a Cristiano Ronaldo. Secondo la Gazzetta dello Sport il campione portoghese andrebbe comunque incontro alla società bianconera, probabilmente richiedendo una cifra inferiore, ma il punto è che la Juventus non vuole sborsare alcun euro sulla vicenda.

La conciliazione difficilmente avverrà se Ronaldo si attende un passo da parte della Juventus, anche perché la società è convinta che non deve assolutamente nulla al campione portoghese. Chiaramente bisognerà arrivare ad un punto su tale vicenda, c’è una tempistica già evidenziata e non sono tanti i mesi ancora a disposizione.

La Juventus non vuole dare nemmeno un euro in più a Ronaldo, convinta di aver rispettato il contratto, per il portoghese non è così, vedremo come proseguirà tale vicenda. Sta di fatto che attualmente la priorità della società bianconera è risanare il bilancio dopo anni di spese folli, facendo quadrare al meglio i conti e questi 19,9 milioni di euro chiesti da Ronaldo non saranno mai spesi.