Ceferin promette: non mi ricandido, non userò la modifica dello Statuto

E’ il Presidente della uefa e lo è dal 2016. Stiamo parlando di Ceferin che è già al terzo mandato. Fino a poco tempo fa non si sarebbe potuto più candidare. Ma la Uefa ha da poco modificato lo Statuto e anche se ha fissato a tre il numero massimo di mandati ha stabilito di non contare quelli iniziati prima del 2017.

Con questa modifica Ceferin potrebbe anche ricandidarsi per la quarta volta, un record, dunque, imbattibile. Ma già qualche giorno fa proprio Ceferin ha spiegato di sentirsi stanco e di non essere sicuro di ricandidarsi.

Oggi, invece, è andato oltre sostenendo che non si ricandiderà nel 2027 per il quarto mandato.

Così la Uefa perderebbe il condottiero della battaglia contro la Superleague. Una battaglia che in realtà sembra essere destinata alla sconfitta.

Nonostante ,infatti, la guerra ai club fondatori della Superleague come la Juve, una sentenza della Corte Europea ha messo la parola fine alla disputa.

Ha giudicato una posizione monopolista quella della Uefa autorizzando altre organizzazioni a creare tornei paralleli. In pratica ha dato ragione ai fondatori della Superlega con Real, Barcellona e Juve vittoriosi in tribunale.

La posizione di Ceferin non è cambiata nemmeno dopo la sentenza ma ormai il destino è segnato.