Possibile l’esonero anticipato di Allegri: le condizioni e possibili sostituti

Allegri
Allegri

Situazione davvero complicata in casa Juventus, dove la fiducia della società di qualche mese fa nei confronti di Allegri ormai sembra essere svanita. Dalla partita con l’Empoli fino alla sconfitta rimediata contro la Lazio, si è dato vita ad uno spettacolo davvero indecoroso che ha spazientito da tempo i tifosi, ma ora anche la società bianconera non sembra essere più così convinta di poter continuare con Allegri.

Difficile pensare comunque ad un esonero immediato, ma è chiaro come questa situazione non risulti essere più gestibile. Bruciano le brutte prestazioni della squadra, ma ciò che fa più male è vedere l’incapacità di Allegri di trovare una soluzione a questo periodo davvero nero. Il Bologna è ormai sempre più vicino ai bianconeri, sarebbe una beffa tremenda essere superati in classifica anche dalla squadra di Thiago Motta.

Per ora c’è una distanza di sette punti dal quinto posto, ma se si continua con tale andazzo, anche il posto Champions potrebbe essere seriamente a rischio. Prima insomma di arrivare al peggio, ecco che si sta pensando addirittura ad un esonero di Allegri. In realtà non è una strada che la Juventus ha intenzione di percorrere, ma è chiaro come sia necessario arrivare ad una svolta ed un altro passo negativo risulterebbe fatale al tecnico livornese.

Pensare di esonerare Allegri non sembra essere più fantascienza, si arriverebbe però a puntare su un traghettatore già presente all’interno della società, evitando altri stipendi. I nomi papabili infatti sono quelli di Paolo Montero, allenatore della Primavera bianconera o addirittura quello di Massimo Brambilla, attuale tecnico della Juventus Next Gen e che conosce gran parte dei giovani che Allegri ha lanciato proprio in prima squadra.

Dovrebbe insomma accadere davvero l’impensabile per arrivare ad un esonero di Allegri, ma ormai qui nulla risulta essere così sicuro e la panchina scricchiola pesantemente.