Pronto il piano risparmio di Giuntoli: da dove nasce la nuova Juventus 2025

Giuntoli
Giuntoli

Sarà un mercato volto al risparmio per la Juventus, con Giuntoli che sta già lavorando da tempo per poter attivare un piano sostenibile abbassando il monte ingaggi, ma allo stesso tempo rinforzare la squadra. Non sono poche le grane da dover risolvere per Giuntoli, con una riduzione dell’ingaggio per molti calciatori e capire cosa fare con quelli che andranno in scadenza. Intanto la Juventus può contare su un risparmio di circa 14 milioni di euro lordi per l’addio di Pogba, ma a questi vanno sommati anche i 10 milioni lordi legati invece alla partenza di Alex Sandro.

Un bel po’ di risparmio ci sarà per le casse bianconere, anche per quanto riguarda quei calciatori che potrebbero rimanere come Rugani e Milik, qui il loro contratto andrà al ribasso, riuscendo ad accumulare un’altra riduzione di 10 milioni lordi. Le note più dolenti però riguardano quei calciatori che sono ancora in bilico e che bisogna rinnovare per evitare che possano poi lasciare la Juventus nel 2025 a zero.

Un errore che Giuntoli non può commettere ed è per questo che sta cercando di capire cosa fare con Chiesa, Kean, McKennie e Kostic. C’è però un calciatore che la Juventus vorrebbe trattenere ed è Rabiot, ma molto dipenderà dalla volontà del ragazzo, anche perché la società non ha intenzione di fare sacrifici economici. Se dovesse partire il francese ci sarebbe un ulteriore risparmio di circa 12/13 milioni lordi da poter poi investire sul mercato.

Il problema è che non solo poi dovrà essere sostituito Rabiot, ma la Juventus deve già considerare l’acquisto di due centrocampisti per la prossima stagione. Per questo il lavoro di Giuntoli non è assolutamente dei più semplici, provando insomma a mantenere bassi i costi, ma allo stesso tempo trovare calciatori di qualità che possano aiutare la squadra a migliorarsi.