Richiesta shock di Allegri alla Juve per evitare di finire in tribunale, il club rifiuta

Massimiliano Allegri, l’ex tecnico della Juventus, ha avanzato una richiesta significativa al club bianconero nel tentativo di evitare un lungo e complesso contenzioso legale. Dopo l’esonero seguito alla finale di Coppa Italia, le trattative tra Allegri e la dirigenza juventina proseguono senza sosta. Il tecnico toscano ha chiesto una buonuscita di 14 milioni di euro lordi per lui e il suo staff, una somma considerevolmente inferiore ai 20 milioni previsti dal contratto firmato nel maggio 2021 con l’ex presidente Andrea Agnelli.

Tuttavia, come riportato da La Gazzetta dello Sport, la Juventus ha risposto negativamente a questa proposta, puntando a ridurre ulteriormente la cifra. La posizione del club appare chiara: contenere i costi è una priorità in questa fase di ristrutturazione finanziaria.

Parallelamente, Allegri sta esplorando nuove opportunità per il suo futuro. La più concreta arriva dall’Arabia Saudita, dove i campioni dell’Al-Hilal hanno mostrato un forte interesse per il tecnico livornese. Il club saudita, fresco vincitore del campionato, ha messo Allegri in cima alla lista dei candidati per la loro panchina. Se accettasse l’offerta, il 56enne allenatore troverebbe ad accoglierlo un ambiente familiare, con diversi ex giocatori della Serie A come Kalidou Koulibaly e Sergej Milinkovic-Savic, oltre alla stella brasiliana Neymar.

La vicenda resta in evoluzione, con Allegri determinato a trovare un accordo che gli consenta di iniziare una nuova avventura in panchina senza dover affrontare una disputa legale con la Juventus. La risposta del club torinese, al momento negativa, potrebbe aprire nuovi scenari nelle prossime settimane.