Sotto a chi tocca! Juventus-Inter


Ritorna l’appuntamento settimanale a cura della redazione di JuveMagazine: questa volta è il turno del big match Juventus-Inter.

Manca appena un giorno al tanto atteso derby d’Italia fra Juventus e Inter e la vigilia di questa partita è stata fra le più tormentate e movimentate degli ultimi anni, complice anche la quasi contemporanea chiusura del mercato invernale, nel quale Juventus e Inter hanno giocato un ruolo da protagoniste quasi assolute nelle ultime ore con i colpi Osvaldo dal Southampton e Hernanes dalla Lazio. Ma i rapporti fra le due società sono veramente ai minimi storici dopo la clamorosa ritirata dell’Inter dall’affare Vucinic-Guarin e la Juventus vorrà vendicarsi sportivamente domani sera nel proprio stadio.

PRECEDENTI- Il bilancio degli scontri diretti a Torino vede la squadra bianconera in nettissimo vantaggio con ben 55 vittorie su 80 partite disputate (14 pareggi e 11 sconfitte) e ad ulteriore conferma di ciò c’è il conto delle reti segnate che vede ancora la Juve davanti con 139 segnature contro le 61 neroazzurre. Tuttavia l’ultima vittoria nerazzurra a Torino è ben fresca nella mente dei giocatori juventini perché arrivata per mano dell’Inter di Stramaccioni nello scorso novembre 2012, quando l’Inter si impose col risultato di 1-3 grazie alla doppietta di Milito (domani probabilmente in panchina) e al gol di Palacio che hanno ribaltato l’iniziale vantaggio di Vidal. L’ultima vittoria bianconera risale invece all’anno precedente, quando un 2-0 targato Caceres-Del Piero spianò la strada alla Juventus verso la conquista del primo scudetto targato Antonio Conte.

L’arbitro dell’incontro sarà Gianluca Rocchi, il quale ha già arbitrato uno Juventus-Inter del 2008 che terminò 1-1 (Cruz, Camoranesi). Con lui, la Juventus ha un bilancio di 17 vittorie (tra cui il 3-0 sul Napoli di questa stagione) , 2 pareggi e 3 sconfitte mentre l’Inter ha raccolto 9 vittorie, 7 pareggi e tre sconfitte.

SITUAZIONE JUVENTUS– Acque decisamente calme a Vinovo in questi giorni pre-partita, segnati dall’arrivo di Osvaldo in maglia bianconera, sesto attaccante fortemente voluto da Antonio Conte. La diatriba Vucinic-Guarin sembra completamente superata e Conte ha preparato la miglior formazione possibile per questa sfida; in porta prenderà posto Marco Storari, a causa della squalifica di Gigi Buffon, e davanti a lui ci sarà la solita linea difensiva formata da Barzagli, Bonucci e Chiellini. A centrocampo ritroverà il suo posto da titolare Andrea Pirlo, con Vidal e Pogba ai lati, Asamoah e Lichtsteiner sulle fasce e Marchisio inizialmente in panchina, mentre davanti ci saranno Llorente e Tevez, con Osvaldo pronto a subentrare.

SITUAZIONE INTER-Vigilia ad alta tensione invece in casa Inter dopo il deludente 0-0 a San Siro contro il Catania che ha evidenziato le grandi carenze della squadra di Walter Mazzarri in questo momento; a peggiorare la situazione arriva l’infortunio di Cambiasso che sarà costretto a stare lontano dai campi per un mese. Mazzarri decide quindi di infoltire il centrocampo e lasciare inizialmente in panchina Diego Milito, protagonista nella sfida dello scorso anno allo Juventus Stadium. Davanti ad Handanovic ci saranno Campagnaro, Rolando e Juan Jesus, sulla mediana Kovacic agirà davanti alla difesa al posto di Cambiasso con Kuzmanovic e Taider; sulle ali ci saranno Jonathan e Nagatomo con Palacio unica punta supportato da Ricky Alvarez. Per quanto riguarda i nuovi acquisti, D’Ambrosio sarà regolarmente aggregato al gruppo e partirà dalla panchina mentre Hernanes non scenderà in campo per questioni burocratiche. Tutta da decifrare invece la situazione di Fredy Guarin, che partirà comunque dalla panchina.

ATTENZIONE A…- Sembra facile pronosticare che la squadra di Mazzarri, conoscendo le abitudini dell’allenatore neroazzurro, verrà a Torino per portare via almeno un punticino e sarà la Juventus a fare come al solito la partita. Gli uomini di Antonio Conte sono superiori a quelli di Mazzarri e l’ottimo momento di forma che stanno attraversando i bianconeri spinge a pensare che per l’Inter ci siano poche possibilità di vittoria. Tuttavia bisognerà fare tantissima attenzione alle ripartenze proverbiali delle squadre di Mazzarri, già letali lo scorso settembre a S. Siro dove Icardi approfittò di un errore di Chiellini e prese in contropiede tutta la retroguardia juventina. Da questo punto di vista l’assenza di Cambiasso potrebbe essere un vantaggio per i nerazzurri che con Kovacic in cabina di regia riusciranno ad innescare Palacio e Alvarez con più qualità, anche se il giovane croato rischia di essere travolto dallo strapotere fisico di Pogba e Vidal, se poco aiutato dai compagni. Sarà una sfida ad alta tensione e l’unica cosa che possiamo augurarci è che vinca il migliore (e quindi la Juventus!).

QUOTE SNAI

Vittoria Juventus   1,42

Pareggio                     4,50

Vittoria Inter           7,00