Pirlo a Sky, che bordata a De Laurentiis e al Napoli!


Andrea Pirlo è ovviamente rammaricato nel post-partita di Juventus-Fiorentina. L’allenatore dei bianconeri è stato intervistato da Sky e ha subito individuato la motivazione principale del crollo coi viola: “E’ stato sbagliato l’approccio, l’atteggiamento iniziale era sbagliato e non è dipeso da quanto accaduto nel pomeriggio. Quando entri in campo con quest’atteggiamento si va incontro a certe figure. Prima di Natale può capitare avere la testa altrove, siamo entrati molli e con un uomo in meno poi è difficile recuperare. Responsabilità dell’allenatore? In campo va la squadra, anche se può succedere di non essere al top mentalmente e fisicamente”.

A Pirlo viene poi chiesto un parere sull’arbitraggio di La Penna che tante polemiche sta scatenando: “L’espulsione c’era, quello che è accaduto dopo è sotto gli occhi di tutti. Gli episodi potevano cambiare la partita, con loro in dieci sullo 0-1 e un rigore per noi la storia cambiava”.

Il discorso poi si sposta sulle prospettive di questa squadra: “Inter e Milan? Se sono lì è perché lo meritano ma noi ci sentiamo forti. Non so preoccupati perché nel secondo tempo ho visto l’atteggiamento giusto e la partita poteva girare. Cosa fare per recuperare? Prima di tutto ricaricare le pile in vacanza: abbiamo un progetto e faremo di tutto per portarlo avanti al meglio”.

Pirlo non risparmia una stoccata finale al Napoli e a De Laurentiis. Quando gli viene chiesto un parere sul ricorso dei partenopei accettato, con conseguente partita da giocare, il “Maestro” affonda senza pietà: “Non abbiamo problemi a rigiocare, non dipende da noi. Quello che posso dire che dispiace più per le altre squadre che hanno viaggiato senza fiatare nonostante siano state privi di giocatori col Covid. Loro hanno dimostrato grande correttezza…”.