Centrocampo si cambia: i nomi di Allegri per svoltare


Il centrocampo è stato il reparto più fallimentare della Juve di Pirlo. Il Maestro aveva avvertito fin dall’inizio della mancanza di una punta. Sperava di potervi ovviare con due centrali ma non è mai riuscito a risolvere il problema.

La Juve ha rassicurato Allegri sui colpi necessari per dare una svolta al reparto. Oggi si svolgerà il primo Summit con il Mister e il nuovo entourage del livornese.

Ma la linea è quella di portare al centrocampo solo giovani talentuosi. Troppo cocenti i fallimenti coi parametri zero di Paratici.

Il colpo da sogno si chiama Paul Pogba, in scadenza fra un anno col Manchester e con nessuna intenzione di rinnovare. Ma le cifre necessarie sono fuori dalla portata Juventina e potrebbe arrivare solo con la partenza di Ronaldo.

Poi c’è il nome al momento più concreto ed è quello di Locatelli che dovrebbe guadagnarsi il ruolo di regista. Finalmente il talento è maturato e ora è in grado di  partecipare al gioco su diverse altezze, sia nella prima costruzione che negli sviluppi successivi.

In realtà si è offerto alla Juve anche Pjanic, con cui Allegri ha un buon feeling ma dovrebbe accettare una vistosa diminuzione del suo stipendio da 8 milioni l’anno. Per il resto il Barcellona pur di non pagargli a vuoto lo stipendio lo darebbe volentieri in prestito.

Nel mirino anche De Paul ma bisognerà battere la concorrenza di Milan e Atletico. De Paul sposa controllo di palla, dribbling e rapidità di passo; dotato di conclusioni dalla distanza ma soprattutto eccelle nel dettare l’ultimo passaggio grazie alla sua buona visione di gioco

E come sottolinea il Corriere, la Juve non ha abbandonato la pista che porta al fantasista del Lione Aouar. Il genietto gode di grande visione di gioco e tanta fantasia ma ha anche uno scatto fulminante che gli permette sia inserimenti che saltare l’avversario

Allegri ha chiesto la conferma di Bentancur che tornerebbe a fare il ruolo di mezzala. Confermato anche il francese Rabiot a meno di grandi offerte.

Ramsey ha dichiarato che vuole restare a tutti i costi mentre Allegri spera di cederlo. Discorso simile per Arthur che Allegri non vede nel proprio gioco ma è difficile da cedere, a causa del cartellino in bilancio da 72 milioni.