Ronaldo dopo Chiello e Bonucci: “Io gioco per la squadra e continuerò a chiudere bocche e vincere trofei”


Non è stato un bell’addio quello di Ronaldo, a soli tre giorni dalla fine del calcio mercato. Non solo i tifosi hanno mostrato il loro disappunto per un gesto fuori tempo ma gli stessi calciatori della Juve negli ultimi giorni hanno esternato il loro disappunto.

Il primo a sfogarsi è stato Bonucci sottolineando che la Juve ormai giocava solo per Ronaldo e aveva perso anche quello spirito di battaglia che la contraddistingueva.

poi è toccato a Chiellini rincarare la dose spiegando che la Juve ha pagato caro l’addio di Ronaldo a campionato iniziato. L’avesse fatto a inizio agosto anche la squadra si sarebbe potuta organizzare e avrebbe metabolizzato il cambiamento radicale.

Parole che sembra non siano piaciute a Ronaldo che ai microfoni di Sky si è sfogato sottolineando che lui è un giocatore che mette al primo posto la squadra. l’aiuta innanzitutto con i suoi gol ma sa anche quando deve tornare in difesa ad aiutare.

Ronaldo polemicamente ha anche aggiunto che nonostante le critiche lui continuerà a vincere trofei e chiudere le bocche di chi lo critica.

Insomma un Ronaldo che sembra non gradire le critiche al suo gioco nonostante anche in Inghilterra in questi giorni si parli tanto del fatto che in campo corre poco. Da una statistica di ESPN CR7 è risultato il quart’ultimo attaccante per km percorsi in Champions su 77 giocatori. Qualcuno addirittura ne percorre il doppio e persino il portiere del Wolfsburg ha percorso più kilometri di lui.