Vlahovic, gesti di nervosismo perchè non riceve palla: Allegri spiega in cosa deve migliorare


La Juve vince  a Firenze con un gol nel finale tanto fortunoso quanto importante in ottica di passaggio del turno. Ricordiamo che in Coppa Italia, per l’ultimo anno, vale ancora la regola del gol doppio fuori casa. Questo permette ai bianconeri di giocare un ritorno con qualche ottimismo in più rispetto ai viola.

Ma è stara anche l’ennesima gara in cui la squadra bianconera ha mostrato tutte le difficoltà nel costruire  gioco.

Anche ieri è stato  il portiere bianconero uno dei calciatori che ha giocato più palla e questo fa capire la difficoltà d’impostare in avanti e la tendenza a tornare indietro.

In particolare, inoltre, il bomber Vlahovic sembra sempre isolato quasi ignorato dai compagni. Ieri ha avuto una sola occasione gol e se l’è praticamente costruita da solo facendo a sportellate col marcatore. E non è una novità.

Ancora una volta non gli è arrivata un solo assist, una palla giocabile a terra con faccia alla porta. E stavolta Vlahovic ha sbracciato più volte coi compagni per farsi vedere e chiedere il pallone. Non solo, più volte è stato inquadrato a braccia larghe sconsolato dopo l’ennesimo mancato passaggio ricevuto.

Ma per Allegri a quanto pare il problema dipende proprio dall’attaccante che deve migliorare il suo gioco con la squadra:

Ecco la spiegazione del Mister Allegri su Vlahovic: “Dusan deve migliorare nel giocare con la squadra,”

Poi ha spiegato che però Dusan nelle ultime gare ha fatto miglioramenti: “ma stasera e nelle ultime partite lo ha fatto meglio.”

Chiaro che Vlahovic non ha le caratteristiche di Ronaldo che da sinistra puntava l’uomo e arrivava al tiro. Dusan è il centravanti classico ma ha bisogno di palle da spedire in porta e non di fare a botte spalle alla porta a centrocampo.

E con riferimento ai compagni che non servono Vlahovic il Mister ha dichiarato: Ultimamente abbiamo imparato ad appoggiarci alle punte, ma anche loro devono essere bravi a smarcarsi”.

In realtà è difficile condividere l’analisi di Mister Allegri. Se ieri Vlahovic fosse stato ancora nella Fiorentina chissà quante palle gol avrebbe potuto sfruttare.

La Juve crea pochissimo e ora che ha il bomber per finalizzare è davvero un delitto.