Moglie di Pessotto imbufalita su Twitter


Dopo lo striscione vergognoso esposto sabato pomeriggio al Tardini di Parma (“Pessotto: o ti mangi questa minestra..”), non hanno tardato ad arrivare i pensieri di persone vicine all’ex giocatore della Juventus, per prima la sfuriata su Twitter della moglie, Reana Stocchi:

“Peccato non possa dire quello che penso…spero solo che soffrano tanto, ma tanto e ancora di più…siete dei poveracci!!E se hanno dei figli, spero che soffrano tanto anche i loro figli….vergognatevi!!! Che tristezza…..eh vabbè…”

Già tutto l’ambiente del calcio si era risentito dell’accaduto, per primo il Parma che si era subito dissociato attraverso un comunicato stampa:

“Il Parma Fc prende le distanze da quanti ieri sera al Tardini in occasione della gara con la Juve hanno esposto un vergognoso striscione contro Gianluca Pessotto e rinnova tutta la sua stima al Vice Direttore del Settore Giovanile bianconero, auspicando che un simile episodio non abbia mai più a ripetersi”.

Episodio triste, senza senso. Perchè il calcio è solo uno sport, amato da molti che concentra in se stesso passione, emozione, agonismo, sudore, vittorie e sconfitte. Ma non episodi di questo genere che fanno male a tutti.

La stessa Reana Stocchi più tardi, dopo avere ricevuto numerose dimostrazioni d’affetto aggiunge:

“Ragazzi vi ringrazio di cuore ma mi riferivo ad altro. Lo so benissimo, meglio l’indifferenza in questi casi”