Ma non era finito?


E’ appena finita Juventus-Napoli e tutti abbiamo ancora negli occhi le prodezze balistiche di Paul Pogba e di Andrea Pirlo che hanno permesso alla Juve di vincere con un netto 3-0, dimostrando, con un risultato forse fin troppo largo, la supremazia bianconera. Ma…

Ma a molti tifosi juventini non sarà di certo sfuggita l’ottima prova fra i pali di Gigi Buffon. Questo fatto non dovrebbe essere una notizia ma ultimamente, soprattutto in occasione delle due sconfitte con Fiorentina e Real Madrid, molti detrattori del portierone juventino hanno riempito pagine di blog e giornali mettendo ombre su un portiere ormai poco reattivo e, alla non più tenera età di 35 anni, nella fase calante della sua carriera.

Però, la Juventus non prende gol in campionato da quattro partite consecutive e se nelle prime tre occasioni, contro Genoa, Parma e Catania, Buffon non ha dovuto scaldare i guanti per proteggere la propria porta, nella partita di stasera, soprattutto nel secondo tempo, si è dovuto impegnare non poco per evitare guai alla Juventus. Buffon è stato protagonista di un intervento da applausi su Lorenzo Insigne subito dopo il gol del 2-0 di Pirlo, nel quale è riuscito a stare in piedi a tu per tu con Insigne e a respingere con un gran riflesso la conclusione dell’attaccante napoletano con la mano sinistra. Inoltre ha compiuto due altre belle parate sempre su Insigne, una su un calcio punizione destinato sul palo e l’altra in pieno recupero su un bel tiro da fuori area.

Insomma se la Juventus non prende gol in campionato da oltre 360 minuti, il merito è anche del suo portierone che non ha assolutamente intenzione di appendere i guanti al chiodo dopo il mondiale in Brasile. Chissà se dopo questa prestazione, qualche giornalista ci penserà due volte prima di sparare a zero contro Gigi.